Conguaglio: significato

  • . 

Operazione di pareggiamento. Calcolo della parte mancante o eccedente rispetto al dovuto. Somma di denaro che pareggia situazioni di debito o credito. Nello specifico, operazione contabile che tende a livellare fenomeni economici oscillanti.

Bolletta di conguaglio

Pareggiamento importi in bollette acqua, energia elettrica o gas.

Conguaglio bolletta acqua

Avviene quando in seguito ad una lettura reale del contatore il consumo precedentemente stimato viene ricalcolato come consumo reale. Può essere un ricalcolo a debito o a credito e avvenire in seguito a lettura effettuata dal tecnico letturista o dall’utente. Essendo i contatori acqua generalmente meno accessibili questo è il tipo di conguaglio più frequente ed è anche quello più complesso da comprendere a causa del tipo di tariffazione cui l’utenza è soggetta. Bolletta acqua poco chiara? Qui trovi nostre risposte e chiarimenti.

Conguaglio bolletta gas

Il conguaglio gas sta diventando sempre meno frequente, poichè i distributori stanno provvedendo a sostituire i vecchi contatori gas con contatori in grado di comunicare la telelettura. Il conguaglio gas può avvenire in ogni periodo, ma quello più corposo avviene nel periodo di fatturazione marzo-aprile, in cui vengono ricalcolati buona parte dei consumi invernali.

Conguaglio bollette energia elettrica

Caso molto raro in quanto quasi tutti contatori dell’ energia elettrica sono in grado di fornire la telelettura. Sostanzialmente l’operazione di conguaglio avviene in tutte le bollette luce, ma essendo la lettura molto frequente e con oscillazioni minime, l’utente non avverte grosse variazioni di spesa.

Conguaglio a credito

Conguaglio a credito si ha quando le trattenute e gli anticipi sono stati superiori alla somma dovuta. In caso di conguaglio a credito si ha quindi diritto ad una detrazione e non un aggiunta.

Conguaglio a debito

Conguaglio a credito si ha quando le trattenute e gli anticipi sono stati inferiori alla somma dovuta. In caso di conguaglio a debito si ha quindi diritto ad una aggiunta e non una detrazione.

Conguaglio irpef o conguaglio di fine anno.

Ricalcolo delle imposte dovute effettuato dal datore di lavoro, riportato sulla busta paga di dicembre. A seconda dei casi ci può essere una trattenuta o un rimborso.

Pagamento a conguaglio

Si ha quando il datore di lavoro anticipa prestazioni per conto dell’INPS. Viene utilizzato principalmente per la cassa integrazione o il congendo di maternità.

Conguaglio dei dividendi

Avviene quando alla fine di un esercizio le società per azioni, invece che restituire tutto l’utile, ne lasciano una quota destinata al successivo esercizio, in modo da distribuire dividendi costanti.

Condividi questo: