Vai al contenuto

CMOR cos’è, cosa fare?

  • . 

Il corrispettivo Cmor è un indennizzo garantito al vecchio fornitore di gas e luce per i debiti che il cliente ha contratto con quest’ultimo, e che viene riportate sulle bollette del nuovo gestore. Mettiamo quindi che abbiate effettuato un cambio gestore, precedentemente eravate con Edison e avete cambiato il vostro fornitore facendo un nuovo contratto con Enel, ebbene il CMOR lo ritroverete sulle nuove bollette Enel.

A quali condizioni si applica il CMOR?

  • L’utente ha un debito nei confronti del vecchio fornitore che risale non più di tre mesi prima del passaggio al nuovo.
  • L’importo deve essere superiore ai 10 euro
  • L’ utenza elettrica deve essere in bassa tensione.
  • Il corrispettivo deve essere richiesto in un termine compreso tra i 6 mesi e i 12 dal passaggio al nuovo gestore, per dare tempo al cliente di saldare bonariamente il debito.
  • Il vecchio fornitore deve avere già inviato la fattura di chiusura (bolletta finale).

Dove trovo il Cmor in bolletta?

La voce specifica cambia da gestore a gestore. Ma grossomodo può rientrare in:

  • altri oneri
  • altre spese 
  • altri costi
  • altre partite
  • oneri diversi
  • altre voci.

Come contestare il CMOR

Nel caso in cui il CMOR non fosse dovuto, perché il fornitore non ha registrato un vostro pagamento, o c’è un contenzioso in corso su quel debito, potrete presentare reclamo formale. Potrete scrivere via mail, pec, fax o raccomandata al fornitore specificando la natura del problema.
Se non siete soddisfatti delle risposte del vostro fornitore potrete contattare lo sportello consumatore Energia (servizio di Arera) al 800166654 o avviare una conciliazione sempre presso lo sportello consumatore al link in basso:

https://www.sportelloperilconsumatore.it/risoluzione-controversie/servizio-conciliazione-gen

Condividi questo: