Vai al contenuto

Cedolare secca: cos’è e come funziona

  •  

La cedolare secca rappresenta un’opzione fiscale alternativa per i contratti di affitto di proprietà immobiliari. Questo sistema prevede il versamento di un’imposta che sostituisce l’IRPEF e le relative addizionali sul reddito generato dalla proprietà. Grazie a questo regime, il proprietario è esentato dal pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo, che sono normalmente richieste per la registrazione, la risoluzione e il rinnovo dei contratti di affitto.

Come richiedere la Cedolare Secca?

Il regime fiscale della cedolare secca è disponibile per le persone fisiche che possiedono il diritto di proprietà o un diritto reale di godimento, come l’usufrutto, su un immobile. Questo vale a condizione che l’immobile non sia locato nell’ambito di un’attività di impresa o di arti e professioni.

Inoltre, la cedolare secca è un’opzione anche per coloro che scelgono le locazioni brevi. Una locazione breve si riferisce a un contratto di affitto di un immobile ad uso abitativo, con una durata massima di 30 giorni, stipulato da persone fisiche al di fuori dell’esercizio di un’attività d’impresa.

Cedolare secca Aliquote 2024

La cedolare secca 2024 è presente tre diverse aliquote aliquote:

  • 26 per cento sulle locazioni brevi
  • 21 per cento aliquota sostitutiva
  • 10 per cento aliquota agevolata

Cedolare secca 2024 Airbnb

Inseguito al Decreto-legge 50/2017, emendato dalla Legge di bilancio 2024, le piattaforme di affitto come Airbnb sono obbligate a trattenere un’imposta fissa del 21% sui redditi degli host non professionali, a prescindere dal numero di proprietà in affitto. 

Vantaggi e svantaggi

In conclusione, la Cedolare Secca rappresenta un’opzione interessante per i proprietari di immobili che intendono affittare le loro proprietà. Questo regime fiscale offre vantaggi significativi, tra cui l’esenzione dell’imposta di bollo e dell’imposta di registro, che normalmente si dovrebbero sostenere per la registrazione, risoluzione e proroga dei contratti di locazione presso l’Agenzia delle Entrate. Tuttavia, presenta anche alcuni svantaggi, come il fatto che il canone di locazione rimane fisso per tutta la durata del contratto e l’assenza di accesso a eventuali bonus fiscali. Pertanto, è importante valutare attentamente questi aspetti prima di optare per la Cedolare Secca.

Condividi questo: