Aprile: aumento prezzi gas e luce

  • . 

Prezzi luce e gas in salita del 3,8% del 3,9% per i prossimi tre mesi.

Trimestre che prosegue in salita per i prezzi di gas e luce. A partire da aprile il prezzo del mercato di tutela subirà una maggiorazione del 3,8% luce e 3,9% gas. Dopo gli aumenti di gennaio luce +4,5% gas +5,3% proseguono quindi i rincari e le cattive notizie per i clienti a tutela.

Perché succede questo?

Il prezzo del mercato di tutela risente delle variazioni del prezzo di gas e luce all’ingrosso, quindi similmente al prezzo del petrolio le oscillazioni possono essere legate a molti fattori, tra cui ad esempio l’aumento dei consumi.

Il servizio di tutela permette al cliente di avere bollette con prezzi e condizioni decise da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e non da un forniture di gas e luce di mercato libero: Eni, Enel, Sorgenia, Nen, Hera, A2A ecc

Gli aumenti riguardano anche i clienti di mercato libero?

Solo alcuni, perché il prezzo di gas e luce di mercato libero è legato all’offerta che il cliente ha stabilito con il suo fornitore. Quindi se ad esempio avete bloccato il prezzo con il vostro fornitore per 12 o 24 mesi quel prezzo rimarrà bloccato senza risentire dei rincari. Ma attenzione non tutte le offerte di mercato libero sono a prezzo bloccato quindi controllate il vostro contratto e le vostre condizioni per capire se sarete toccati dai rincari. Diverso il caso delle offerte di mercato libero a prezzo variabile, potrebbero subire rincari ma di quanto e quando dipende dai singoli casi. Ovviamente il rischio di vedere i prezzi lievitare riguardano anche i clienti con offerte a prezzo fisso scadute e non rinnovate. Il fornitore in quel caso può valutare se far scattare aumenti contrattuali o lasciare il prezzo invariato Se avete dubbi contattate il vostro venditore.

Con calma, le cose non sono così semplici, non sempre il mercato libero permette di risparmiare sulle bollette, se volete approfondire.

Qui trovate un nostro articolo che vi chiarirà ogni dubbio.

Condividi questo: